Circosta Auto
Mar 17, 2019
23 Views
Commenti disabilitati su Cairo Montenotte, partita sospesa per cori razzisti al portiere 14enne
0 0

Cairo Montenotte, partita sospesa per cori razzisti al portiere 14enne

Written by

Cairo Montenotte, partita sospesa per cori razzisti al portiere 14enne

Questa storia dovrebbe esser letta da chi continua a dire – negando qualsiasi tipo di evidenza – che in Italia non ci sia un problema razzismo. Sabato pomeriggio durante la partita del campionato Giovanissimi provinciali tra Cairese e Priamar sul terreno in sintetico del Brin B a Cairo Montenotte, nel savonese, l’arbitro è stato costretto a sospendere per due volte l’incontro a causa dei ripetuti cori razzisti nei confronti del portiere della squadra ospite. Insulti per il colore della sue pelle e altri appellativi classici di un gergo ormai deviato da un idiota germe razzista che nel calcio trova la sua peggior espressione e valvola di sfogo.

«Il clima teso era percepibile, ma non tanto in campo quanto dagli spalti. Quel drappello di 20 ragazzi che continuavano ad insultare prima e scimmiottare insulti a matrice razziale è stata una cosa che mi ha ferito dentro, da allenatore e da amante di questo sport», ha spiegato Luca Fiorio, allenatore del giovane insultato. «Siamo molto dispiaciuti per quanto successo, penso che nessuno si deve permettere insulti del genere, fuori o dentro gli stadi, grandi e piccoli», ha aggiunto un dirigente della Cairese.

Cairo Montenotte, insulti razzisti a un portiere 14enne

Il portiere 14enne sudamericano del Priamar di Savona è stato bersagliato con cori offensivi (tra cui il classico «Negro di me**a») da una ventina di ragazzi tifosi della squadra di casa che gioca a Cairo Montenotte. L’arbitro, una giovane donna, ha sospeso la gara due volte per cercare di fermare le offese razziste, prima di portare a termine i minuti regolamentari con la gara che si è conclusa con un pareggio, anche grazie alle parate del giovane portiere oggetto delle offese a stampo razzista.

Le parole della madre del giovane insultato

«Mio figlio è ferito e amareggiato, è un episodio vergognoso che non merita altri commenti se non un intervento deciso della Federazione, non si possono accettare certi episodi – ha commentato la madre del giovane portiere della Priamar -. Ritengo che la Federazione debba fare qualcosa, mettere dei paletti a tutti coloro che si recano nei campi da calcio. Da madre ho insegnato ai miei figli l’educazione, cosa che evidentemente si sta perdendo. Anche perché, la cosa più sorprendente è stata che nessuno degli adulti presenti alla stadio è intervenuto per fermare i cori razzisti e questo è ancora più disdicevole». La società di casa si è dissociata dai cori dei suoi tifosi e li ha fermamente condannati.

L’articolo Cairo Montenotte, partita sospesa per cori razzisti al portiere 14enne proviene da Giornalettismo.

La vergogna nei confronti di un giovanissimo giocatore di origine sudamericana

L’articolo Cairo Montenotte, partita sospesa per cori razzisti al portiere 14enne proviene da Giornalettismo.

Enzo Boldi

Article Categories:
GIORNALETTISMO
Circosta Auto

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: