Stop agli appalti di pulizia nelle scuole. Il governo ha deciso di stabilizzare i collaboratori scolastici e chiudere definitivamente l’era delle cooperative. Da quasi due decenni il servizio era stato “esternalizzato”: l’obiettivo era ottenere risparmi ed efficienza, l’unico risultato è stato un continuo ricatto occupazionale da parte delle imprese e una serie di problemi più o meno gravi con le gare, mentre centinaia di milioni continuavano a scorrere. Adesso si cambia: dal 2020 la pulizia sarà fatta in tutti gli istituti del Paese solo da personale interno. Significa assumere circa 12mila nuovi dipendenti statali, per un costo di circa 280 milioni di euro ogni anno: sono i soldi che già venivano spesi per pagare le ditte esterne.
L’EMENDAMENTO DEL M5s – La svolta è in un emendamento alla manovra, a firma di Alessandro Fusacchia (Più Europa) e di vari deputati del Movimento 5 stelle, approvato in commissione Bilancio alla Camera: prevede che “a decorrere dal primo gennaio 2020 le is..

L’articolo Pulizia nelle scuole, finisce l’era degli appalti esterni alle cooperative: ok a 12mila assunzioni statali “a costo zero” proviene da Playhitmusic.


Source: playhitmusic

Pulizia nelle scuole, finisce l’era degli appalti esterni alle cooperative: ok a 12mila assunzioni statali “a costo zero”