Ago 12, 2019
52 Views
Commenti disabilitati su Anche il Parco della Sila diventa plastic free e lancia la campagna #bollalaplastica
0 0

Anche il Parco della Sila diventa plastic free e lancia la campagna #bollalaplastica

Written by

Anche il Parco della Sila diventa plastic free e lancia la campagna #bollalaplastica

Si chiama #bollalaplastica la campagna di sensibilizzazione ambientale che il Parco Nazionale della Sila ha deciso di realizzare, seguendo le orme della campagna Ministeriale #IoSonoAmbiente, contro l’utilizzo della plastica “usa e getta”, per salvaguardare la salute della natura e dell’uomo. Le materie plastiche, leggere, resistenti e poco costose, sono state protagoniste di una grande svolta della civiltà industriale e del nostro progresso. Oggi, quello che era stato definito il materiale del futuro, è diventato il limite del nostro avvenire. Gli ultimi dati confermano che un terzo di tutta la plastica prodotta ogni anno nel mondo, ovvero circa 110 milioni di tonnellate, viene dispersa in natura, con gravi conseguenze per il nostro Pianeta. Ecco perché il parco intende “bollare” la plastica, contrassegnarla con un marchio di disapprovazione, ed abbiamo voluto farlo, non attraverso una campagna shock, ma, al contrario, attraverso incantevoli immagini del Parco Nazionale della Sila, della nostra flora e della nostra fauna.
Si chiama #bollalaplastica la campagna di sensibilizzazione ambientale che il Parco Nazionale della Sila ha deciso di realizzare, seguendo le orme della campagna Ministeriale #IoSonoAmbiente, contro l’utilizzo della plastica “usa e getta”, per salvaguardare la salute della natura e dell’uomo. Le materie plastiche, leggere, resistenti e poco costose, sono state protagoniste di una grande svolta della civiltà industriale e del nostro progresso. Oggi, quello che era stato definito il materiale del futuro, è diventato il limite del nostro avvenire. Gli ultimi dati confermano che un terzo di tutta la plastica prodotta ogni anno nel mondo, ovvero circa 110 milioni di tonnellate, viene dispersa in natura, con gravi conseguenze per il nostro Pianeta. Ecco perché il parco intende “bollare” la plastica, contrassegnarla con un marchio di disapprovazione, ed abbiamo voluto farlo, non attraverso una campagna shock, ma, al contrario, attraverso incantevoli immagini del Parco Nazionale della Sila, della nostra flora e della nostra fauna.

Article Categories:
In Calabria

Comments are closed.