Ott 13, 2019
21 Views
Commenti disabilitati su Calcio, l’ItalMancini in verde non brilla ma si qualifica in anticipo ai prossimi Europei

Calcio, l’ItalMancini in verde non brilla ma si qualifica in anticipo ai prossimi Europei

Written by

Calcio, l’ItalMancini in verde non brilla ma si qualifica in anticipo ai prossimi Europei

La Nazionale in verde non resta al verde. Allo stadio Olimpico di Roma, l’ItalMancini batte 2-0 la Grecia e stabilisce un nuovo record: si qualifica al prossimo Europeo con 3 turni d’anticipo. Missione compiuta, anche se non è stata una bella Italia, che ha sfoggiato l’orribile maglia in versione verde Hulk: ennesimo obbrobrio prodotto dagli sponsor alla faccia dello storico azzurro. Ma ormai ci siamo abituati visti i tanti insulti fatti alla storia nella nostra Serie A. Dopo un brutto primo tempo, la nostra Nazionale alza il ritmo nella ripresa e fa cadere il fortino greco grazie a un rigore trasformato da Jorginho (netto fallo di mano di un difensore ellenico su tiro di Insigne) e a un sinistro di Bernardeschi. La Grecia sullo 0-0 ha comunque spaventato l’Italia in almeno due occasioni, una per tempo.

Il commissario tecnico in partenza sceglie l’undici annunciato alla vigilia. L’ultimo ballottaggio è vinto da Barella, Bernardeschi comincia dalla panchina. Non è però una partenza lanciata per l’Italia, lenta e prevedibile nella manovra, contro una Grecia che dietro a uno spregiudicato modulo 4-3-3 come schieramento iniziale, nasconde un atteggiamento molto difensivo. Azzurri poco brillanti nel palleggio, nelle verticalizzazioni e nel gioco sulle fasce. Per fortuna, nel secondo tempo gli episodi aiutano Bonucci e compagni. Finisce con i 60 mila dell’Olimpico in festa e a cantare tutti insieme l’inno d’Italia. La Nazionale tornerà a Roma proprio per la gara inaugurale di Euro 2020 il 12 giugno prossimo con la speranza di rinverdire, oggi è proprio il caso di dirlo visto il colore delle maglie, i fasti delle “notti magiche” di Italia 90.

Il Mancio può esultare, e con lui l’intero staff, la Figc e tutti gli italiani. Come detto mai gli azzurri erano riusciti a centrare il traguardo con tre turni di anticipo. Inoltre, complici la sconfitta della Finlandia in Bosnia e il pari dell’Armenia in Liechtenstein, anche il primo posto del girone è aritmetico. Non male per una squadra che 23 mesi fa perdeva lo spareggio con la Svezia per andare al Mondiale di Russia 2018. Dopo il fallimento firmato dalla ditta Tavecchio-Ventura, serviva una ripartenza in grande stile e così è stato. Grazie al c.t. Mancini, a una Federcalcio migliore e a una nuova generazione di calciatori. Rifondazione completata e primo obiettivo raggiunto.

La Nazionale in verde non resta al verde. Allo stadio Olimpico di Roma, l’ItalMancini batte 2-0 la Grecia e stabilisce un nuovo record: si qualifica al prossimo Europeo con 3 turni d’anticipo. Missione compiuta, anche se non è stata una bella Italia, che ha sfoggiato l’orribile maglia in versione ve…

Fabio Camillacci

Article Categories:
News da web

Comments are closed.