Apr 8, 2018
131 Views
Commenti disabilitati su Commedie italiane: 10 film da vedere

Commedie italiane: 10 film da vedere

Written by

Commedie italiane: 10 film da vedere

La commedia è un genere che fa parte del grande cinema italiano dall’inizio del cinema sonoro. Si era cominciato con la commedia borghese dei telefoni bianchi, conosciuta per le affiliazioni col fascismo. Si è passati poi alla stagione migliore della commedia italiana, quella storica e iconica e che si è fatta conoscere nel mondo, chiamata appunto commedia all’italiana. Da lì, tra demenziale, politico, sexy, e brillante si è evoluto uno dei generi più amati dal pubblico italiano. Ecco dieci commedie italiane da vedere, dalle migliori di sempre a quelle degli ultimi anni.

Le migliori commedie italiane

commedie italiane

Cominciamo con due tra le commedie italiane per eccellenza:

  • I soliti ignoti, Mario Monicelli (1958). Se si parla di commedie italiane non si può non menzionare questo capolavoro. Ci sono tutti: Gassman, Mastroianni, Totò, Salvatori, e la Cardinale. Sei uomini hanno l’occasione di fare un colpo facile: rapinare un monte dei pegni, sfondando un muro sottile che ne separa la cassaforte da un’abitazione privata. Si preparano come si fa nei film, ma le cose non andranno come previsto. Monicelli, sei sbandati, e pasta e ceci.
  • Divorzio all’italiana, Pietro Germi (1962). Un barone Siciliano, erede di una famiglia ridotta al lastrico, è sposato con l’odiosissima Rosaria. È però innamorato della giovane angela. Dato che in Italia il matrimonio non è ancora legale, decide di far fuori la moglie. Esilarante e cinico.

Tra le migliori commedie italiane ci sono altri classici, con tutti i protagonisti della nostra commedia, dagli anni Sessanta a oggi. C’è Troisi con Non ci resta che piangere e Ricomincio da Tre. C’è Sordi con Il marchese del grillo e I vitelloni. C’è Totò, con Totò, Peppino e la Malafemmina, Guardie e ladri, La banda degli onesti

Commedie italiane 2014

commedie italiane

Negli ulimi anni, le migliori commedie italiane hanno mischiato drammi familiari e personali, situazioni paradossali, sentimenti, un po’ di cinismo e anche un po’ di leggerezza. E parlano sempre di più del nostro Paese. Ecco le commedie italiane degli ultimi da vedere, anno per anno.

  • Tutta colpa di Freud, Paolo Genovese. Uno psicologo cinquantenne, Francesco, è divorziato e si prende cura delle tre figlie, nonostante queste siano cresciute, e delle intricate vicende romantiche della famiglia. Tutte e tre hanno relazioni problematiche e, a complicare ulteriormente le cose, l’amore segreto di Francesco si rivela essere la moglie di uno degli amanti delle ragazze.
  • Smetto quando voglio, Sydney Sibilla. Sette accademici in rovina trovano il modo di salvarsi, al limite della legalità: uno di loro, un chimico, ha sintetizzato una nuova sostanza stupefacente, non ancora messa al bando dal ministero.

Altre commedie dello stesso anno che vi strapperanno una risata? Ci sono Sotto una buona stella, Un boss in salotto, Scusate se esisto, e ritornano i comici celebri: Aldo Giovanni e Giacomo ritornano al cinema con Il ricco, il povero e il maggiordomo, e Ficarra e Picone fanno uscire Andiamo a quel paese.

Commedie italiane 2015

commedie italiane

La commedia del 2015 ci porta grandi attori: Valerio Mastandrea, Alessandro Gassman, Marco Giallini, e Laura Morante.

  • Se Dio vuole, Edoardo Falcone. Tommaso è un chirurgo famoso e un uomo deciso. Quando il figlio annuncia che vuole lasciare la facoltà di medicina per diventare prete, il mondo gli cade addosso. Sembra che sia stato ispirato da un certo Don Pietro, e Tommaso è deciso a scoprirne gli altarini e rivelare tutto al figlio, per fargli cambiare idea.
  • La felicità è un sistema complesso, Gianni Zanasi. Una commedia dolcemara e piena di sentimenti, parla di Enrico Giusti, un uomo il cui lavoro è convincere dirigenti incompetenti a dimettersi. Ma si trova due orfani tra le mani, i traumi riemergono e le cose cambiano.

Commedie italiane 2016

commedie italiane

Il 2016 è un anno di commedie indipendenti: che sia un film molto indie o che sia un film prodotto da tre individui che gli indie li prendono in giro (dall’interno).

  • Orecchie, Alessandro Aronadio. Un uomo si sveglia con un fischio nelle orecchie che non se ne va, e un post it sul frigorifero che lo informa della morte di un amico. Ma di questo amico lui non ricorda nulla, e spenderà la giornata cercando di risovlere i suoi problemi.
  • The Pills: Sempre meglio che lavorare, Luca Vecchi. I The Pills arrivano al cinema e non hanno voglia di lavorare. Saranno loro o la loro generazione? E cosa succede quando uno di loro ha una crisi di mezza età precoce, quando un padre idraulico decide di diventare creativo, e quando compare una fidanzata attratta dal fatto che Luca lavori?

Nello stesso anno, escono Perfetti Sconosciuti, L’abbiamo fatta grossa, Non c’è più religione, Quo vado?

Commedie italiane 2017

commedie italiane

E le migliori commedie dell’anno scorso?

  • Sono tornato, Luca Miniero. Remake del film tedesco su Hitler, il film italiano si chiede: e se Mussolini tornasse, come lo riceverebbe l’Italia di oggi? Cosa farebbe nell’Italia di oggi? Diventerebbe presentatore di un talk show. Satira pre-elettorale, ma non solo.
  • Nove lune e mezza, Michela Andreozzi. Commedia al femminile, parla di due sorelle diversissime, in tutto: relazioni, carriera, figli, sesso. Tina cerca da anni di avere un figlio, ma non funziona. E Livia decide di aiutarla.

Cinefilos.it – Da chi il cinema lo ama.

Source: Cinema

Commedie italiane: 10 film da vedere

Article Tags:
Article Categories:
Cinema

Comments are closed.