Dic 9, 2018
18 Views
Commenti disabilitati su Facce di bronzo alla Scala, a chi interessa davvero la cultura in Italia?

Facce di bronzo alla Scala, a chi interessa davvero la cultura in Italia?

Written by

Sant’Ambrogio di bronzo. Première di Attila alla Scala con parata di gente senza pudore. A incominciare dal ministro Bonisoli. Già, perché ci vuole un bel coraggio a presentarsi in smoking e pallietes, a sfruttare il trionfo della Scala per buttare sotto il tappeto il disastro della lirica italiana, del quale gli stessi portatori di abitini da sera sono i primi responsabili. Coincidenza non inutile né casuale: proprio mentre Milena Gabanelli, sul Corriere, mostrava in quale voragine di debiti pubblici sta affogando la lirica italiana, i fiori e i velluti rossi del Piermarini ostentati in mondovisione non riuscivano a nascondere il disastro, la mala gestione strutturale, la distruzione del patrimonio artistico e musicale, per il quale di riffa o di raffa il ministero dei Beni Culturali e la sua coorte di politici interessati sono i primi responsabili.
Già, ma a chi interessa veramente la cultura in Italia? A chi interessa veramente il mondo della musica classica, lirica, sinfonica, del..

L’articolo Facce di bronzo alla Scala, a chi interessa davvero la cultura in Italia? proviene da Playhitmusic.


playhitmusic

Facce di bronzo alla Scala, a chi interessa davvero la cultura in Italia?

Article Tags:
Article Categories:
Dall' Italia e dal Mondo

Comments are closed.