Mar 18, 2018
96 Views
Commenti disabilitati su FRATELLI D’ITALIA Le stilettate ai leader forzisti dopo l’elezione in Parlamento di Orsomarso
0 0

FRATELLI D’ITALIA Le stilettate ai leader forzisti dopo l’elezione in Parlamento di Orsomarso

Written by

di Gianluca Albanese

E’ un centrodestra molto diverso da quello che eravamo abituati a osservare, quello uscito dalle urne elettorali dello scorso 4 marzo: non un blocco monolitico con un’azionista di maggioranza rappresentato da Forza Italia, ma una coalizione in cui, se non proprio volano gli stracci, le polemiche non mancano.

E così, proprio nei giorni del bagno di folla del leader della Lega Matteo Salvini a Rosarno, impazza la polemica tra Fratelli d’Italia e Forza Italia in Calabria dopo che è stata resa nota l’elezione di Fausto Orsomarso in Parlamento per il partito di Giorgia Meloni, dopo il conteggio ufficiale delle schede a opera della Corte d’Appello di Catanzaro.

Una polemica in cui lo stesso Orsomarso s’inserisce mettendo i paletti ma usando toni tutto sommato concilianti, quando venerdì scorso diffonde agli organi di stampa il seguente comunicato: «Leggo stupito, nonostante timidi auguri, una nota dei rappresentanti di Forza Italia Calabria che annunciano esposti in Procura perché non ritroverebbero voti». Non si è fatta attendere la risposta del neo deputato di Fratelli d’Italia, Fausto Orsomarso ai sospetti sugli esiti del riconteggio dei voti delle ultime elezioni politiche sollevati dai parlamentari forzisti Jole Santelli, Roberto Occhiuto e Francesco Cannizzaro. Un’operazione che ha assegnato il seggio proprio al consigliere regionale e a discapito della candidata di Forza Italia Maria Tripodi.

«Sono rimasto in silenzio ad attendere i risultati ufficiali – afferma Orsomarso -, quelli reali fatti dei voti nelle urne e certificati dai controlli della Corte d’Appello di Catanzaro dove per giorni solerti funzionari e magistrati hanno lavorato per inviare all’ufficio centrale a Roma i dati reali. Era ovvio ed evidente anche rispetto a quelle che erano le nostre informazioni come l’errore fosse stato semmai quello di assegnare impropriamente molti dei voti dell’uninominale che andavano distribuiti a tutta la coalizione, con una operazione che toccava all’ufficio centrale nazionale, anziché ad un solo partito come spesso avvenuto in molti seggi in diversi comuni, a parte poi conteggiare i voti di ogni partito comune per comune».

«Nonostante questo e non avendo lanterne magiche – aggiunge il neo deputato – ho atteso in silenzio mentre altri celebravano elezioni ( il sito del ministero ha sempre chiaramente specificato che si trattava di dati non ufficiali ) che ci fosse la proclamazione che ribadisco viene fuori dal lavoro della Corte d’Appello a Catanzaro e dall’ufficio centrale a Roma».

«Non sono esperto di liti elettorali – afferma ancora Orsomarso – ma credo che in questo caso eventuali ricorsi, terminato il tempo delle istanze, vadano fatti su dati anche circostanziati al Tar».

Poi il neo parlamentare non risparmia una stoccata ai forzisti calabresi: «Più che bollare come miracolo i voti di Fratelli D’Italia era evidente, che il miracolo anticipato era il posto di Maria Tripodi (a cui va comunque apprezzamento come sempre nel nostro stile). Il posto che oggi rivendicano era tale solo nei loro conti non ufficiali, compresi quelli non ufficiali del ministero, tanto che la stessa Forza Italia aveva segnalato anomali conteggi di voti a favore della Lega in alcuni comuni».

Per Orsomarso, «Forza Italia ha votato una legge elettorale che dovrebbe conoscere».

«Ho sempre avuto con i colleghi di Forza Italia – sottolinea l’esponente politico – un ottimo rapporto e non si comprende se ci sia un velato accenno a polemica politica nei nostri confronti su un tema che ci vede terzi quanto loro e forse più di loro. Ma nel momento in cui in una nota richiamano gravi anomalie da denunciare in Procura chiariscano, a loro stessi prima ed all’opinione pubblica poi, contro chi produrranno tale esposto?».

«Più che della sostanza e della loro eventuale amarezza legittima per chi cura gli interessi di un Partito – conclude Orsomarso – resto basito della forma.  Non avendo ancora fatto nessuna nota ufficiale ne approfitto per ringraziare gli elettori di Fratelli d’Italia , i tanti militanti e i dirigenti che con il loro impegno hanno permesso il nostro risultato e la mia elezione e quella di Wanda Ferro nel Parlamento Italiano».

Gli ha fatto eco il parlamentare Fabio Rampelli, sempre di Fratelli d’Italia, che ha replicato all’ex ministro corsista Renato Brunetta, scrivendo che «Comprendiamo il legittimo interesse di Brunetta e dei rappresentanti di Forza Italia in Calabria rispetto ai risultati del proprio Partito.

A proposito però di chiarezza e trasparenza a cui gli stessi fanno riferimento è singolare che un Partito, benché nostro alleato di coalizione, festeggi prematuramente un seggio assegnato da calcoli non ufficiali, segno d’imprudenza e di inaspettata inesperienza.

Un conto è affidarsi legittimamente alle autorità competenti per chiedere le normali verifiche altro conto sono azioni scomposte che parlano di improvvisi e sospetti salti di voti da un partito a un altro. Illazioni inaccettabili. Quello di Fratelli d’Italia è tutt’altro che un risultato ‘miracoloso’, da un lato è stato costruito faticosamente con il lavoro di Giorgia Meloni e dei militanti calabresi, dall’altro è frutto della semplice trascrizione dei voti da parte di funzionari e magistrati della Corte d’Appello di Catanzaro.

Stia tranquillo il collega Brunetta che, appena insediato il parlamento, faremo valere anche noi nella Giunta per le elezioni e anche presso la pubblica opinione calabrese il diritto al nostro consenso».

Intanto, si fanno sempre più insistenti le voti di un presunto avvicinamento del capogruppo forzista in consiglio regionale Sandro Nicolò proprio al partito che fa capo a Giorgia Meloni.

Proprio Nicolò fu il grande escluso dalla competizione elettorale dello scorso 4 marzo, tanto da suscitare la ferma reazione di molti militanti e amministratori calabresi di Forza Italia, che scrissero direttamente a Silvio Berlusconi.

Source: www.lentelocale.it/home/feed/

FRATELLI D’ITALIA Le stilettate ai leader forzisti dopo l’elezione in Parlamento di Orsomarso

Article Tags:
Article Categories:
Dalla Locride

Comments are closed.