Mag 10, 2019
42 Views
Commenti disabilitati su MotoGP: è spagnola la prima donna pilota alla corte di Valentino Rossi

MotoGP: è spagnola la prima donna pilota alla corte di Valentino Rossi

Written by

MotoGP: è spagnola la prima donna pilota alla corte di Valentino Rossi

Il Motomondiale 2019 è in pausa in attesa di riprendere il 19 maggio prossimo con il Gran Premio di Francia sul circuito Bugatti. Nel frattempo, il nuovo Yamaha Master Camp è pronto a scattare per la settima edizione che andrà in scena dal 22 al 26 maggio prossimi. I cinque piloti emergenti selezionati sono tutti amici e rivali in quanto stanno attualmente gareggiando nel campionato WorldSSP300 nell’ambito della Yamaha R3 bLU cRU Challenge di Yamaha Motor Europe. Tra loro c’è anche una ragazza di origine madrilena, Beatriz Neila, che sarà la prima donna a partecipare al Master Camp Yamaha VR46. La lista completa dei piloti che frequentano questo corso di guida ad alta intensità sono: l’olandese Finn de Bruin (18), gli italiani Kevin Sabatucci (20 anni) e Jacopo Facco (19), il francese Andy Verdoia (16) e appunto la spagnola Beatriz Neila (17 anni), che attualmente gareggia nel WSSP300 con il BCD Yamaha MS Racing Team.

La gioia del Dottore. I piloti potranno beneficiare degli insegnamenti di Marco Belli e Carlo Casabianca. La formazione si svolgerà sul circuito di Galliano Park all’Autodromo di Modena e in altri contesti in cui si allenano anche i piloti dell’Accademia VR46. E Valentino Rossi dichiara: “È incredibile che il Master Camp Yamaha VR46 stia già iniziando la sua settima edizione. Onestamente, è fantastico che siamo riusciti a rendere questo programma un successo e che possiamo formare tanti giovani piloti di talento. È un piacere dare il benvenuto a questi cinque piloti del World SSP300 bLU cRU 2019 nella mia città natale, Tavullia”.

Le precisazioni di Vale e i ringraziamenti di rito. Pensando a questa settima edizione, sia Rossi che la Yamaha hanno fatto alcuni cambiamenti nel metodo di allenamento per i cinque piloti iscritti nei cinque giorni. E il Dottore aggiunge: “Abbiamo voluto fare alcune modifiche nelle attività e qualcosa di speciale. Negli ultimi tre anni, abbiamo visto cosa funziona e cosa non funziona e abbiamo sentito tutti i vostri commenti. Sono certo che il nuovo programma sarà molto interessante per loro e anche molto divertente. Vorrei ringraziare Yamaha, VR46 e gli sponsor e i partner, che hanno contribuito a organizzare l’intero progetto del Master Camp. Aiutare i giovani piloti è stato un mio progetto dal 2014, quando ho iniziato la VR46 Riders Academy. Vedere i progressi dei giovani piloti è davvero una grande ricompensa e anche una grande motivazione per continuare a spingere e godersi le corse”. In bocca al lupo a tutti i giovani piloti. 

Il Motomondiale 2019 è in pausa in attesa di riprendere il 19 maggio prossimo con il Gran Premio di Francia sul circuito Bugatti. Nel frattempo, il nuovo Yamaha Master Camp è pronto a scattare per la settima edizione che andrà in scena dal 22 al 26 maggio prossimi. I cinque piloti emergenti selezion…

Fabio Camillacci

Article Categories:
News da web

Comments are closed.