Patrizia, sopravvissuta 40 anni fa alla strage di Bologna: “Si vive col senso di colpa”

Patrizia, sopravvissuta 40 anni fa alla strage di Bologna: “Si vive col senso di colpa”

Patrizia Poli nel 1980 aveva 23 anni e il la mattina del 2 agosto era in stazione a Bologna, insieme al marito, in attesa di raggiungere Roma, per poi andare con alcuni amici in vacanza in Sardegna. Il loro treno sarebbe dovuto partire alle 10.25, ma proprio a quell’ora scoppiò la bomba che provocò 85 vittime e oltre 200 feriti. In occasione del quarantesimo anniversario dall’attentato terroristico con Fanpage.it Patrizia ha riavvolto il nastro fino al 1980, continuando a chiedersi: “Perché loro si e io no? Perché? Pensavo fosse un incubo. Ci fu prima un boato e poi un macabro silenzio. Il cielo azzurro non si vedeva più – racconta – si vedeva soltanto la polvere”
Continua a leggere