Feb 13, 2020
38 Views
Commenti disabilitati su Pericolo Glifosato. Ferrara (M5S): “Santelli non ascolti Caligiuri, esistono metodi alternativi”

Pericolo Glifosato. Ferrara (M5S): “Santelli non ascolti Caligiuri, esistono metodi alternativi”

Written by

Pericolo Glifosato. Ferrara (M5S): “Santelli non ascolti Caligiuri, esistono metodi alternativi”

La senatrice di Forza Italia, Fulvia Caligiuri, intende chiedere alla sua compagna di partito e neo eletta presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, di rivedere i limiti imposti nell’uso del glifosato in agricoltura ma l’eurodeputata Laura Ferrara non ci sta ed afferma: “sta crollando il castello di carta di chi vuole far credere che sostanze dichiarate pericolose non abbiano influenza sulla qualità della nostra vita e sul nostro benessere”. La pentastellata chiarisce poi che “sin dalla scorsa legislatura il Movimento 5 stelle in Europa ha chiesto in maniera ferma il divieto del glifosato nell’Unione europea. Un richiesta che arrivava, con ancor più convinzione, alla luce della storica sentenza che ha condannato la Monsanto a pagare un risarcimento record di 289 milioni di dollari a favore di un giardiniere ammalatosi di tumore dopo aver usato un erbicida contenente glifosato. Il nostro obiettivo cammina su binari opposti a quelli della Caligiuri evidentemente, la quale, addirittura, fa appello al fatto che il glifosato non rappresenti un serio rischio per la salute dell’uomo”. “La salute e il principio di precauzione sono il faro della nostra azione ecco perché, al contrario della Caligiuri, chiediamo al governo regionale calabrese che dovrà insediarsi a breve di promuovere tutte quelle tecniche che già oggi sappiamo essere efficaci e non pericolose, investire in innovazione sana e diffusione della conoscenza e delle pratiche virtuose. In questo modo possiamo alimentare il cambiamento che gli agricoltori si aspettano e avere filiere produttive di alto valore economico e nutrirci di cibi salutari nell’assoluto rispetto dell’ambiente e della vita” – conclude Laura Ferrara.
La senatrice di Forza Italia, Fulvia Caligiuri, intende chiedere alla sua compagna di partito e neo eletta presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, di rivedere i limiti imposti nell’uso del glifosato in agricoltura ma l’eurodeputata Laura Ferrara non ci sta ed afferma: “sta crollando il castello di carta di chi vuole far credere che sostanze dichiarate pericolose non abbiano influenza sulla qualità della nostra vita e sul nostro benessere”. La pentastellata chiarisce poi che “sin dalla scorsa legislatura il Movimento 5 stelle in Europa ha chiesto in maniera ferma il divieto del glifosato nell’Unione europea. Un richiesta che arrivava, con ancor più convinzione, alla luce della storica sentenza che ha condannato la Monsanto a pagare un risarcimento record di 289 milioni di dollari a favore di un giardiniere ammalatosi di tumore dopo aver usato un erbicida contenente glifosato. Il nostro obiettivo cammina su binari opposti a quelli della Caligiuri evidentemente, la quale, addirittura, fa appello al fatto che il glifosato non rappresenti un serio rischio per la salute dell’uomo”. “La salute e il principio di precauzione sono il faro della nostra azione ecco perché, al contrario della Caligiuri, chiediamo al governo regionale calabrese che dovrà insediarsi a breve di promuovere tutte quelle tecniche che già oggi sappiamo essere efficaci e non pericolose, investire in innovazione sana e diffusione della conoscenza e delle pratiche virtuose. In questo modo possiamo alimentare il cambiamento che gli agricoltori si aspettano e avere filiere produttive di alto valore economico e nutrirci di cibi salutari nell’assoluto rispetto dell’ambiente e della vita” – conclude Laura Ferrara.

Article Categories:
In Calabria

Comments are closed.