Ridotti e rateizzati i costi di iscrizione ai campionati dilettantistici, under per come previsto

Ridotti e rateizzati i costi di iscrizione ai campionati dilettantistici, under per come previsto
saverio mirarchi lnd calabria

Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Calabria, in vista dell’imminente inizio della stagione sportiva 2020/2021 prevista per il 1 luglio, ha determinato, oltre agli interventi a sostegno delle società, gli organici, i limiti di età e le scadenze per le iscrizioni dei prossimi campionati regionali di Calcio a 11, Calcio a 5 e Calcio Femminile.

Così come preannunciato, importanti investimenti di natura economica sono stati adottati in favore delle associate del Comitato Regionale Calabria che godranno di una riduzione dei costi per le spese di organizzazione per un totale di 31.000 euro e non vedranno addebitarsi in via straordinaria alcuna somma per la mancata partecipazione a campionati giovanili obbligatori (ad esempio ogni squadra di Eccellenza e Promozione doveva fino allo scorso anno disputare anche il campionato under 19) per una riduzione di costi pari a 48.000 euro. Altra riduzione verrà determinata dall’abbassamento dei costi indicati quali “Diritti di iscrizione” che determineranno un risparmio complessivo per circa 73.000 euro.

Alle società vincenti le classifiche dei Premi Disciplina il Comitato Regionale Calabria ha destinato l’importo relativo ai contributi straordinari per un complessivo di 6.000 euro.

I 240.000 euro messi a disposizione dalla LND in favore delle società dilettantistiche calabresi verranno suddivise quale “contributo Covid” tra le associate in base al campionato di appartenenza: 1.500 euro alle società di Eccellenza, 1.200 per le società del campionato di Promozione, 1.000 per le società di Prima Categoria, 800 per le società di Seconda Categoria, 500 per le società di Terza Categoria e per le società pure Juniores, 400 per le società di Eccellenza Femminile. Per quel che riguarda il Calcio a 5, 500 per le società di Serie C1, 300 per le società di Serie C2, Serie D e Femminile, 200 per le società pure Juniores.

Confermato anche il Premio di “Valorizzazione Giovani” che, nonostante la chiusura anticipata dei campionati, verrà comunque riconosciuto alle società di Eccellenza e Promozione che si sono classificate ai primi 3 posti della speciale graduatoria: 9.000, 6.000 e 3500 euro la somma destinata ad ogni società. Il premio per la prossima stagione sportiva sarà raddoppiato ed esteso anche ad altre partecipanti che si classificheranno dopo la terza posizione. Ulteriori risparmi per le società verranno determinati dal minore importo delle spese assicurative per ogni singolo calciatore.

Per quanto concerne invece la nuova stagione, il Comitato Regionale Calabria ha previsto la rateizzazione dei pagamenti dovuti per le iscrizioni in 4 rate: a luglio e novembre il 30% dell’importo, a dicembre ed a febbraio il restante 20%.

Il termine per le iscrizioni è stato fissato per il 30 luglio per i campionati di Eccellenza, Promozione, Serie C1 e Serie C2 calcio a 5, mentre a settembre si procederà con le iscrizioni di tutti gli altri campionati regionali e provinciali. Rimane da stabilire solo la data di inizio dei campionati che verrà determinata appena sarà dato il via libera alle attività dilettantistiche.

Per quel che riguarda l’agonistica, il Comitato Regionale Calabria ha stabilito che il campionato di Eccellenza sarà a 18 squadre (lo scorso anno erano 16, per il San Luca salito in serie D ed il Trebisacce andato in Promozione le new entry dovrebbero essere Corigliano e Palmese retrocesse, Belvedere e Stilese promosse), determinando i criteri per proporre domanda di ripescaggio alla categoria superiore per i quali verrà data priorità alle società seconde classificate in Promozione ed alla retrocessa dal campionato di Eccellenza. Se luglio sarà il mese anche dei ripescaggi in serie D, con le calabresi retrocesse ed altre aspiranti al salto alla finestra (al netto però di 51.000 euro come costi tra fideiussione e domanda), oltre alla crisi economica e sociale, non improbabile quindi che ad agosto gli organici potrebbero essere mutati rispetto alle composizioni attuali.

Per quanto riguarda gli under da mandare in campo vedranno l’obbligo di partecipazione di 2 giovani nati nel 2001 ed 1 calciatore nato nel 2002 nei campionati di Eccellenza e Promozione, 2 giovani classe 2000 in Prima Categoria, mentre nessun obbligo per le società di Seconda e Terza Categoria. Per quanto riguarda il Calcio a 5, ci sarà l’obbligo di schierare in Serie C1 2 giovani classe 2002 mentre in Serie C2 soltanto 1 classe 2002.

«Con queste determinazioni abbiamo dato il via a quella che sarà la nuova stagione sportiva. Come promesso durante il lockdown abbiamo fatto tutto il possibile per andare incontro alle esigenze delle nostre società garantendo loro la possibilità di iscriversi a tutti i campionati senza particolare affanno», sono le considerazioni del Presidente Saverio Mirarchi a margine dell’incontro del Consiglio Direttivo, «un investimento di quasi 400.000 euro rappresenta un evento straordinario necessario per uscire da una straordinaria criticità quale è stata la pandemia da covid. Adesso abbiamo soltanto il grande desiderio di rincontrarci sui campi e ricominciare a parlare di quello che più ci piace, il calcio giocato»