Sellia, in volo al Parco Avventura nella notte delle stelle

Sellia, in volo al Parco Avventura nella notte delle stelle
Generico agosto 2020

La notte più calda e magica dell’estate lascia un  segno indelebile nel piccolo borgo del catanzarese.

Cento ragazzi provenienti da tutta la regione si sono dati appuntamento ieri sera  a Sellia  per trascorrere la notte di San Lorenzo in modo alternativo e unico:  librarsi in aria come gli uccelli per mezzo della teleferica. Emozioni? Di più: adrenalina pura.

La teleferica si conferma  un attrattore che intercetta  attenzioni e visitatori: sono già tantissimi i turisti che si contano nel borgo medievale.

E’ prolisso il primo cittadino Davide Zicchinella per il primo borgo avventura d’Europa: “ Ieri notte – scrive il consigliere provinciale- tantissime scie luminose hanno illuminato il cielo sul nostro Borgo. Ma non erano  bagliori di stelle cadenti, ma, bensì, le luci posizionate suoi caschetti protettivi delle tante ragazze e ragazzi (oltre 100) provenienti da ogni angolo della regione, e da diverse località italiane che hanno deciso di passare una notte di San Lorenzo alternativa ed unica a Sellia: volare di notte sopra il Borgo di Sellia! Il nostro Parco Avventura integrato nel Borgo (che non a caso si chiama “Avventure in Borgo”) ha offerto, appunto, nella notte più calda e magica dell’anno, la possibilità di volare sulla Teleferica in notturna.

E in una notte di mezza estate Sellia è diventata, ancora una volta, meta di tantissime persone (per lo più giovani) che hanno voluto godere la suggestione ed il fascino di una esperienza che solo Sellia (il primo Borgo Avventura d’Europa) può offrire.

È stato bello (lo dico da sindaco la cui amministrazione ha lavorato sodo per progettare prima,  far finanziare e realizzare, poi, tale originale attrattore) vedere tante piccole luci susseguirsi senza sosta. Sentire il rumore metallico generato dalle carrucole sfreccianti sul cavo che, teso per oltre 500 metri sul nostro borgo, permette un volo carico di adrenalina e bellezza. La proverbiale quiete di Sellia è stata interrotta da questo suono metallico che, per chi come me, ha sempre lavorato con occhi sognanti per fare del proprio paese ( prima ad esclusiva vocazione agricola) un’originale meta turistica ed esperienziale, era musica. Una musica piena di speranza e futuro.

E’ stato bello vedere in Borgo un tempo sconosciuto ed abbandonato pullulare di vita. Ed è più bello, ancora, pensare che non è stato un fatto occasionale.

E’ dall’inizio di questa tanto agognata estate, post lockdown, che  migliaia di persone stanno vendendo a Sellia, per visitare il nostro borgo e vivere una esperienza indimenticabile ed unica. Ogni volta una emozione si rinnova nel cuore di un sindaco che vede il suo paese regalare emozioni ed esperienze ineguagliabili. “

Sellia non si accontenta di quel che capita.